Med Photo Fest: a Catania la mostra “Mediterraneum Collection”

Il 7 dicembre scorso è stata inaugurata a Catania, presso la Galleria di Arte Moderna nell’ex Convento di Santa Chiara di via Transito, 58, la mostra “Mediterraneum Collection”; l’esposizione è volta a festeggiare i dieci anni del Med Photo Fest, il festival dedicato alla fotografia contemporanea d’autore, svoltosi la scorsa primavera tra Catania, Siracusa, Caltagirone e Adrano.

Nello specifico, la mostra è costituita da oltre cinquanta opere di maestri e autori italiani e stranieri, tra i quali è possibile annoverare artisti del calibro di Ferdinando Scianna, Lisetta Carmi, Mario Cresci, Piergiorgio Branzi, Francesco Cito, Nino Migliori, Giuseppe Leone, Giovanni Chiaramonte, Carlos Freire, Frank Horvat, Fang Tong, Pep Escoda e rappresenta il frutto di donazioni degli autori, nel corso dei diversi anni, all’archivio “Mediterraneum Collection”.

“Mediterraneum Collection” ha già fatto tappa a Modica nelle sale espositive dell’ex- Convento del Carmine, messe a disposizione dalla locale Fondazione Teatro Garibaldi e aperta al pubblico fino a domenica 2 dicembre.
Il critico Giuseppe Ciccozzetti ha così dichiarato, a riguardo: “Mediterraneum Collection è una mostra antologica, una collezione di autori, di stili, di espressioni che animano il mondo della fotografia e con la quale è possibile stabilire la ricchezza del linguaggio fotografico contemporaneo. Ma una collezione non è mai finita, non ha un termine: essa è sempre in continuo divenire, quasi a stabilire con gli oggetti (in questo caso fotografie) una condivisione di spazi, una relazione in cui il principio di inter pares si salda e si rivaluta nella coesistenza di opere di autori celebri, di grandi della fotografia italiana e internazionale, con autori emergenti di sicuro talento. Ed è alla luce di questo dialogo che va apprezzata la Mediterraneum Collection, nella dissonanza creativa che arricchisce il registro della nostra conoscenza, un registro in cui trovano luogo le suggestioni di una fotografia che sa rinnovare se stessa nell’esplorazione di generi e tematiche sempre in evoluzione”.

La mostra rimarrà aperta al pubblico fino a domenica 6 gennaio 2019. L’accesso è gratuito e senza prenotazione.

Orari: da lunedì a sabato, dalle ore 9.00 alle ore 19.00

Per ulteriori informazioni, è possibile chiamare questo numero:+ 39 0957428008

 

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *