“Sillabe di vita” secondo al premio “Perdersi nell’amore”

Quando un avvocato, un ergastolano e una suora si incontrano può nascere qualcosa di bello ed emozionante, proprio come è accaduto a Silvia Giampà, Carmelo Musumeci e Suor Maria Grazia Colombo op. : i tre hanno infatti scritto insieme il libro di poesie “Sillabe di vita”. 

Il volume si è recentemente classificato al secondo posto della quarta Edizione del Premio Artistico Letterario Nazionale “Perdersi nell’amore”, indetto da Atlantide, Centro studi nazionale per le arti e la letteratura.
L’associazione culturale Atlantide, con sede a Rogliano (Cosenza) e a Pegli
(Genova), presieduta da Fiore Sansalone, opera su tutto il territorio nazionale e ha come obiettivo primario la diffusione dell’arte e della cultura con la promozione di conferenze, convegni e concorsi poetici.
Il Premio, che ha avuto il patrocinio di diverse associazioni culturali, si articolava in 13 sezioni. 140 i giurati dislocati in Italia e all’estero, membri di provata competenza nei settori dell’editoria, della narrativa, della poesia, del mondo accademico.

L’artista calabrese Telemaco Tucci ha realizzato opere scultoree per i vincitori.
Grande soddisfazione per Silvia Giampà, socia dell’associazione, che già in precedenti concorsi indetti dal Centro studi ha ricevuto importanti riconoscimenti.
“L’Associazione Atlantide è una bella realtà, conosciuta qualche anno fa – dichiara la Giampà – Ho partecipato, in passato, ad altri loro concorsi e sono stata inserita nella silloge di autori contemporanei “Profumo di Poesia”, Atlantide edizioni, nel 2018. Non immaginavo, tuttavia, di raggiungere addirittura il Secondo posto di questo Premio che ha avuto prestigiosi giurati e moltissime adesioni. Ringrazio, pertanto, tutti i membri della giuria, il presidente Fiore Sansalone e la vicepresidente Monica
Vendrame. Faccio i miei complimenti anche agli altri vincitori. Dopo aver appreso il risultato, ho voluto subito condividere l’emozione anche con la dolcissima Suor Grazia e Carmelo Musumeci, che sono i coautori del libro. Continuerò a partecipare alle attività del Centro studi Atlantide e invito tutti a seguire i loro eventi sulla pagina Facebook e sul sito internet”.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *