Lugano, al via la seconda edizione di “Colazioni letterarie”

 
Il centro culturale Lac di Lugano
 
Prenderà il via l’11 gennaio prossimo, presso il centro culturale LAC (Lugano Arte e Cultura), la seconda edizione di “Colazioni letterarie”, ciclo di incontri volto a far conoscere al pubblico personaggi di spicco del mondo letterario e culturale; la rassegna è promossa da PiazzaParola e dal centro culturale stesso nell’ambito del programma LAC edu, in collaborazione con LAC shop, grazie al contributo di UBS, partner principale LAC edu.
“Al centro però anche quest’anno ci sono i libri – spiegano Yvonne Pesenti Salazar e Natascha Fioretti, curatrici del ciclo di incontri – Si tratta di libri importanti e celebri, come i classici, e libri meno noti, ma altrettanto stimolanti e intriganti. Quei libri che, come recitano i bellissimi versi della poetessa americana Emily Dickinson, permettono a ognuno di noi di partire per un viaggio alla scoperta di realtà diverse. Fragili vascelli, che sono però in grado di trasportarci lontano e farci vivere bellissime e intense emozioni”.
La seconda edizione ricalca la formula di quella precedente: le autrici e gli autori invitati parleranno del loro classico preferito e del ruolo che questa lettura ha avuto nella loro produzione letteraria e nella loro vita. Gli incontri della nuova stagione saranno l’occasione per dialogare con scrittrici, scrittori, saggisti e giornalisti e affrontare con loro temi culturali di attualità.
“Grazie alla collaborazione con PiazzaParola – dichiara Michel Gagnon, direttore generale LAC – abbiamo raggiunto un traguardo significativo, portando anche la letteratura a dialogare con il nostro pubblico, mediante un festival e un ciclo di incontri. Le Colazioni letterarie offrono spazio
alla letteratura nel programma LAC edu durante tutto l’arco dell’anno, rafforzando il nostro impegno nei confronti di questa arte”.
 
Di seguito il programma:
11 gennaio ore 11 Hall LAC
Paolo Pagani I luoghi del passato. Dove sono nate le idee che hanno cambiato il mondo”. (Neri Pozza)
Un viaggio-reportage alle radici della cultura europea: da Spinoza, nel Seicento olandese, Paolo Pagani risale il tempo e lo spazio fino a Thomas Mann, inseguendo e spiando nel loro lavoro quotidiano e nell’impegno di una vita grandi filosofi e scrittori, muovendosi fra stati, città, paesi, borghi, piccoli abitati, baite, stanze in affitto, monti e mari, dal Sud al Nord dell’Europa, sino agli Stati Uniti.
Paolo Pagani, giornalista di lungo corso, ora è caporedattore di Sky.
 
1 febbraio ore 11 Hall LAC
Elisabetta Rasy Le disobbedienti”.
Storie di sei donne che hanno cambiato l’arte (Mondadori)
È un invito a scoprire l’audacia con cui hanno combattuto e vinto la dura battaglia per affermarsi – oltre i divieti, gli obblighi, le incomprensioni e i pregiudizi – cambiando per sempre, con la propria
opera, l’immagine e il posto della donna nel mondo dell’arte.
Elisabetta Rasy ha pubblicato numerosi libri di narrativa e saggistica tradotti in molti paesi europei.
Collabora al supplemento domenicale del «Sole – 24 Ore».
 
7 marzo ore 11 Hall LAC
Lorenza Foschini – “Il vento attraversa le nostre anime”.
Marcel Proust e Reynaldo Hahn. Una storia d’amore e
d’amicizia (Mondadori).
Lorenza Foschini ha ricostruito la storia del loro rapporto attraverso le lettere riemerse o salvate dalla distruzione degli scritti operata dalle rispettive famiglie che, in nome di un malinteso perbenismo, volevano cancellare ogni traccia di omosessualità dalla vita di Reynaldo e di Marcel.
Su testimonianze, su documenti e su alcune lettere inedite oltre che sulle pagine della Recherche dove Proust, raccontando la passione, i tormenti, la gelosia, il desiderio di possesso di Swann per Odette, evoca i ricordi più intimi e struggenti del suo amore per Reynaldo Hahn.
 
25 aprile ore 11 Sala 1
Davide Rondoni – Noi, il ritmo. Taccuino di un poeta per la danza
(e per una danzatrice) (La Nave di Teseo)
Danza e poesia: Ritmo e parole. Un taccuino d’amore e insolito “vademecum” dedicato ai non- equilibristi e ai sognatori, ai molti amanti della danza e della poesia. Della vita e del suo misterioso ritmo.
Rondoni ha pubblicato numerose raccolte di poesia, prosa e diversi saggi. Grande esperto di Leopardi, ha tradotto Rimbaud, Baudelaire e Péguy. Cura programmi e interventi di poesia in tv su Rai e Tv2000.
 
16 maggio ore 11 Sala 1
Guido Barbujani – Sillabario di genetica per principianti (Bompiani)
Il DNA è entrato dappertutto, dalle aule dei tribunali all’ web dove si offrono a pagamento rivelazioni sulla nostra identità; i giornali annunciano di continuo la scoperta di nuovi geni e siamo chiamati a stabilire quanto e come sia legittimo modificare il dna degli organismi, compreso il nostro. La scienza, o almeno la buona scienza, ci mette di fronte a nuove questioni, su cui occorre prima di tutto ragionare.
Guido Barbujani ha lavorato alla State University of New York a Stony Brook, alle Università di Londra, Padova e Bologna, ed è professore di Genetica all’Università di Ferrara. Collabora con il Domenicale del Sole 24 Ore.
L’ingresso è libero.
Prima di ogni incontro, il caffè del LAC, Luini 5, offre il 10% di riduzione sulla colazione. Per maggiori informazioni è possibile consultare questo indirizzo
Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *