LakeComo Festival, Fabrizio Paterlini in concerto a Cantù

Venerdì 9 novembre, alle ore 21.00, presso il Teatro S. Teodoro di Cantù (Co) avrà luogo “Winter Stories“, uno spettacolo che vedrà come protagonista il musicista e compositore Fabrizio Paterlini.

Si tratta dell’ultimo concerto, per il 2018, che il LakeComo International Music Festival ha organizzato in collaborazione con il teatro canturino.

A meno di un anno dall’uscita del suo ultimo album, intitolato appunto “Winter Stories”, Fabrizio Paterlini lo presenterà insieme ad altri brani che lo hanno reso celebre nel mondo.

Con centinaia di migliaia di streaming mensili, il musicista e il suo stile minimalista e neo-romantico che combina il pianoforte con l’elettronica, ci regaleranno una serata all’insegna dell’emozione e della creatività, una sorta di racconto in immagini come scene di un film.
Paterlini, musicista e compositore, ha scelto il pianoforte come strumento d’elezione.

Nato a Mantova il 22 Febbraio del 1973, ha iniziato a suonare all’età di sei anni e da quel momento in poi la musica ha rappresentato per lui una scelta compiuta ogni giorno ed esplorata in ogni suo aspetto.
E’ laureato in Economia e Commercio e per vivere si occupa di decifrare bilanci e numeri.

Ha studiato cinque anni al conservatorio di Mantova, conseguendo la licenza di teoria e solfeggio. Negli anni giovanili ha suonato moltissimo con gruppi locali: le sue mani hanno instancabilmente affrontato i classici del rock, composto e rielaborato brani inediti d’ispirazione prog-rock.

Nel 2006 la svolta: ha cominciato a comporre musica per pianoforte solo e nel 2007 ha pubblicato con l’etichetta “Music Center” il suo primo cd “Viaggi in aeromobile”. L’album, accolto favorevolmente dalla critica, si è inserito nel genere neoclassico e, come spesso accade ai musicisti indipendenti, attraverso il passaparola ha avuto una buona diffusione su internet.

Grazie a tali consensi e anche attraverso donazioni dal web, Paterlini ha pubblicato, nello stesso anno, il secondo CD per pianoforte solo con il titolo “Viandanze”.

Le collaborazioni nate online sono state tante, in un’ottica di reciprocità fatta di scambio di materiali artistici, anche senza passaggio di denaro. In questo panorama virtuoso si sono inserite collaborazioni a scopo benefico. Fra queste, ricordiamo il bel documentario “Controvento, senz’olio”, realizzato dalla Fondazione Berro che ha visto la partecipazione di artisti di primo piano, quali Alda Merini, Mauro Corona, Pino Insegno e tanti altri. La musica di Paterlini avvolge le parole dei protagonisti e ne diventa una suggestiva colonna sonora.

Nel mese di dicembre 2010 ha pubblicato “Fragments Found”, ottenendo un buon successo di pubblico e ottimi riscontri dalla stampa specializzata, soprattutto internazionale.

Nel novembre 2011, l’etichetta nipponica INPARTMAINT/P*DIS (che distribuisce nella Terra del Sol Levante fra gli altri, Dustin O’Halloran, Max Richter ed Ólafur Arnalds) ha lanciato in esclusiva sul mercato giapponese il doppio CD “Fragments Found + Viandanze”, che è andato letteralmente “sold out” nei primi 2 mesi dalla pubblicazione.

Nel 2012 ha pubblicato il CD “Autumn Stories”, una raccolta di 14 brani scritti, registrati e messi online uno a settimana nel precedente autunno.

Il 2013 si è aperto con la sua partecipazione al “Piano Anders_#3” festival in Belgio ed è proseguito con la pubblicazione del quinto album “Now”, che ha visto la partecipazione di Davide Costa all’elettronica e di un quartetto d’archi. L’album è stato poi pubblicato in Giappone dall’etichetta PDIS/Inpartmaint. La condivisione sempre più capillare delle sue musiche in rete lo ha portato, nel novembre dello stesso anno, in Russia (Mosca e San Pietroburgo), insieme a Roberto Cacciapaglia.

Nel 2015 ha suonato in Germania, in Russia (registrando sold out in San Pietroburgo e più di 1100 persone a Mosca presso la prestigiosa Svetlanov Hall), in Slovacchia (tutto esaurito alla National Slovak Radio Hall). Nel mese di Dicembre dello stesso anno, ha pubblicato il doppio vinile “Live in Bratislava”, proprio relativo al concerto tenuto nella capitale slovacca.

Appuntamento dunque il 9 novembre a Cantù per un viaggio attraverso la magia delle storie invernali raccontate dal sapiente tocco di Paterlini.

Per informazioni, è possibile consultare questo sito.

 

Please follow and like us:
error

1 thought on “LakeComo Festival, Fabrizio Paterlini in concerto a Cantù”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *