Svetlana Kasyan vince il premio Internazionale Penisola Sorrentina

La star mondiale della lirica Svetlana Kasyan vince il premio internazionale 2019. È stata quest’estate “Aida” all’Arena di Verona per la regia di Daniel Oren.

Svetlana Kasyan
Il soprano Svetlana Kasyan

Svetlana Kasyan è la vincitrice della categoria “internazionale” della ventiquattresima edizione del prestigioso Premio “Penisola Sorrentina Arturo Esposito, promosso sotto l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo e della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

La sua nomination è stata annunciata ufficialmente durante la conferenza stampa nazionale di proclamazione che si è svolta il 9 ottobre scorso presso il Teatro Eliseo di Roma, diretto da Luca Barbareschi.

La Kasyan è  stata definita dai melomani “la nuova Callas”. Al di là dei paragoni, si può senza dubbio affermare che sia uno dei più affermati giovani soprani del panorama lirico internazionale. Non a caso è la prima cantante lirica ad essere stata insignita da Papa Francesco del titolo di «Dama di gran croce» dell’Ordine pontificio di San Silvestro.

Georgiana di natali e russa di formazione, la Kasyan mostra conclamate abilità drammatiche apprezzate in ruoli verdiani e pucciniani dal Bol’šoj a Roma, Modena, Torino.

Le sue qualità vocali ed interpretative le permettono di affrontare i più importanti ruoli sopranili del repertorio italiano, francese, russo e tedesco, collaborando con i migliori direttori e registi e riportando ovunque grande successo di pubblico e di critica.

Durante l’estate appena trascorsa, è stata la protagonista di “Aida”, all’Arena di Verona Festival 2019 con la direzione del M° Daniel Oren.

Si è formata professionalmente presso il Conservatorio Statale di Mosca e successivamente è entrata nello Young Artists Program del Teatro Bol’šoj da dove è iniziata la sua già lunga carriera.

Protagonista di “Manon Lescaut” al Teatro Regio di Torino, di “Attila” al Teatro Comunale di Modena, di “Tosca” al Theater St Gallen, di “Madama Butterfly” e ancora “Tosca” al Teatro La Fenice di Venezia, del “Don Carlo” al Teatro Regio di Torino con la direzione del Maestro Gianandrea Noseda, di “Un ballo in maschera” alla Dorset Opera e molti altri.

Sempre in scena sui palcoscenici più prestigiosi del mondo, il 26 ottobre farà tappa al Teatro delle Rose di Piano di Sorrento per ritirare l’importane riconoscimento conferitole.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *