La saga dei Guardiani

Immaginate di vivere a Mosca, ma non quella che siamo abituati a vedere nei film tipo spie, servizi
segreti ecc., bensì una Mosca diversa: ebbene sì, se foste a Milano, New York, o Manchester non si
noterebbe alcuna differenza.
Lavorate, studiate e poi tornate a casa per mangiare e passare la serata in famiglia. Prendete la metro e
vi districate tra senzatetto, punk e artisti di strada. Una vita normale, insomma.
Tutta questa normalità viene garantita e tenuta sotto controllo dai guardiani della notte e i guardiani
del giorno, due fazioni che sono al corrente che nel mondo sono presenti maghi, vampiri e altre creature
soprannaturali e che si fronteggiano affinché il bene e il male vengano costantemente bilanciati.
L’idea di partenza del genio di Sergej Luk’janenko, scrittore kazako e mente creatrice della serie, è che i
guardiani fungono entrambi come una specie di uffici comunali, dove vengono rilasciati dei permessi con
i quali un vampiro può nutrirsi di sangue umano o un mago praticare una magia curativa; e se tanto la
magia malvagia è permessa, altrettanto potente dovrà essere il permesso di praticare magia buona al
rispettivo ufficio rivale per poter equilibrare i poteri scatenati.
La saga parte in sordina e cresce continuamente con colpi di scena e azione che faranno in modo che il
lettore rimanga sempre stupefatto delle trovate dell’autore.
Sono 4 volumi, nei primi 2 verrà osservato il punto di vista prima dei guardiani della notte, poi quello dei
guardiani del giorno, nei restanti 2… beh dovete leggerli per saperlo, no?
Ah, errata corrige: i libri sono 5; dopo una lunga pausa, Luk’janenko ha scritto un altro volume della saga.

Giovanni Panzeri

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *